Logo Museo Marcello Gigante Volcei
Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Vai al sito
Submenu

Sei in Home Parco archeologico L'insula

 
icona funzione stampa
icona funzione aggiungi ai preferiti
AA
Contenuto della pagina

 

L'insula

 

Al di sotto dell’area corrispondente all’attuale Piazza Amendola gli scavi hanno riportato alla luce parte di un isolato antico che si affacciava sul decumano massimo, con un marciapiede munito di gradini che ricalcano le variazioni di pendenza del terreno. Sul versante meridionale si apriva un’insula romana, un complesso abitativo a più piani.

Del complesso sono stati scavati tre ambienti rettangolari, che probabilmente erano tabernae, una sorta di botteghe aperte sulla strada, spesso con funzione di osteria. Di queste si conserva la pavimentazione e il sistema di collettori idrici che sfociano in una fogna sotto la strada.

L'area dell'insula
L'area dell'insula

L'area dell'insula
L'area dell'insula

Nel settore occidentale è stata rinvenuta una fontana rivestita di malta, sul fondo del cui bacino  è conservato il foro di scarico nel  quale è inserita una fistula, ossia una conduttura di piombo.

Allo stato attuale, gli scavi ci consentono di ricostruire con relativa precisione l’ultima fase di vita dell’isolato: le epoche più recenti sono infatti documentate dalla presenza di reperti ceramici recuperati nel fondo di preparazione della strada basolata.

Nel medesimo isolato si notano lembi di mosaico e piani in cocciopesto che fanno ipotizzare un’occupazione più antica.

L’intero complesso, ristrutturato in età tardo – romana, restò in uso fino alla metà del V secolo d.C.

 

Valid XHTML 1.0 Strict